Logo Journhey
Bandiera
Cose da sapere
Capitale: Parigi
Lingua: Francese
Documenti necessari: Carta d’identità valida per l’espatrio, passaporto
Moneta: Euro
Prefisso telefonico: +33
Elettricità: 230V, 50 Hz

La Francia in breve

Se si pensa alla Francia viene subito in mente Parigi: la Tour Eiffel, il Louvre, gli Champs-Elysee, il fascino della belle epoque e la voce di Edith Piaf, vero?

Certo, la magia di questa città è ben conosciuta da tutti, ma la Francia non è solo la patria del romanticismo, dei musei d'arte, o delle case di moda.

Situata nell’Europa occidentale, la Francia è uno Stato che per la sua conformazione geografica, ovvero bagnata dal mare e ricca di rilievi montuosi come le Alpi e i Pirenei oltre che di pianure, offre una incredibile varietà di scenari. I vigneti in Borgogna, i campi di lavanda in Provenza o i castelli nella Valle della Loira, sono solo alcune delle tante destinazioni da scoprire. L’orgoglio nazionale forse deriva proprio da tanta ricchezza e storia che la Francia possiede.

Calendario Quando andare in Francia

Gen
Feb
Mar
Apr
Mag
Giu
Lug
Ago
Set
Ott
Nov
Dic

In virtù della sua posizione geografica il clima francese è molto vario. Verso il mar Mediterraneo le temperature sono generalmente più miti mentre altrove il Paese risente dell’influenza delle catene montuose. In linea di massima il periodo primaverile è sempre il più indicato per godere a pieno del territorio, a meno che non si decida di trascorrere una calda vacanza nella meravigliosa Costa Azzurra.

Da vedere viaggiando Cosa vedere in Francia

Cosa da vedere numero 1
1 Parigi

Tra i luoghi da non perdere, certamente Parigi è al primo posto della lista. È oramai scontato etichettarla come “città dell’amore”, perché Parigi è molto più di quanto ci si aspetti. Ogni suo quartiere ha un’atmosfera diversa: l’isolotto sulla Senna dell’Ile de la cité con Notre Dame, Montmartre, con i suoi vicoli in salita che conducono al maestoso Sacre Coeur, la vivace Pigalle con i suoi colorati locali a luci rosse.

È impossibile descrivere il fascino dei boulevard alberati o il profumo di boulangerie nell’aria. Parigi merita decisamente il vostro soggiorno di vacanza.

Cosa da vedere numero 2
2 Mont-Saint-Michel in Normandia

Patrimonio mondiale dell’Unesco dal 1979, sull’ isolotto roccioso della baia di Saint-Michel svetta imponente uno dei monumenti più straordinari dell’architettura sacra. Oltre la visita dell’abbazia, questo luogo poco distante dalla capitale, offre uno spettacolo naturalistico imperdibile ovvero quello delle grandi maree, quando l’acqua ricopre il ponte sommergibile e la rocca rimane senza accesso al continente.

Cosa da vedere numero 3
3 Strasburgo

Posta sul confine tedesco, questa città dell’Alsazia affascina i visitatori per la forte influenza che risente della cultura vicina. Strasburgo è interamente circondata dal fiume Ill e navigando è possibile osservare le particolari architetture a traliccio, tipicamente nordiche, che conferiscono alla città un’atmosfera quasi fiabesca. Strasburgo rappresenta una combinazione perfetta tra il rigore tedesco e la raffinatezza francese. Strasburgo è la sede ufficiale del Parlamento Europeo

Cosa da vedere numero 4
4 Bordeaux

Bordeaux come il colore del vino che viene prodotto nella regione della Nuova Aquitania. Situata sulle rive del fiume Garonna, grazie alla posizione strategica, grazie agli scambi culturali che l’hanno arricchita, nel 2007 l’UNESCO ha definito il centro storico della città patrimonio dell’umanità per la sua matrice storica. Bordeaux è una città assolutamente da visitare con i suoi numerosi monumenti, e da vivere in particolar modo la sera aggirandosi tra le suggestive viuzze, magari sorseggiando un calice di vino.

Tradizioni Quali sono le tradizioni più importanti

Tradizione numero 1
l’accensione luci di Natale sugli Champs-Elysees

Tra gli eventi da non perdere a Parigi, l’accensione delle sfavillanti luci sugli Champs-Elysees che sancisce ufficialmente l’inizio del Natale. Per l’occasione, il lungo viale si affolla di persone che fino alla sera attendono il countdown che dà inizio alla scintillante magia.

Nel clima invernale le festività francesi continuano onorando l’Epifania. Per la “Festa dei Re” è tradizione preparare un dolce chiamato galette des rois, al cui interno viene nascosto un fagiolo. Il fortunato che lo troverà, diventerà il re o la regina della festa!


L'anniversario della presa della Bastiglia

Il 14 luglio si festeggia invece per celebrare la ricorrenza della presa della Bastiglia, uno degli eventi cruciali della Rivoluzione Francese, organizzando parate, fuochi d’artificio e “ballo dei pompieri”.

Perfetto per... Perfetto per

Gli appassionati d’arte, gli amanti del buon vino, i golosi di formaggi ed escargot, scopriranno luoghi ed atmosfere, odori e sapori che difficilmente dimenticheranno. La Francia offre infatti numerosi itinerari, artistici, enologici ed enogastronomici per qualunque genere di visitatore. Anche i più piccoli certamente resteranno stupiti dalle tante attrazioni che questo meraviglioso Paese offre loro: come dimenticarsi che la Francia è anche la patria di Disneyland Paris!

A cosa fare attenzione A cosa fare attenzione in Francia

Attenzione a non perdervi d’animo ogni qualvolta i francesi si mostrano poco comprensivi se il vostro francese non è perfetto. Abbiate pazienza perché gli italiani in qualche modo riescono sempre a farsi capire!

Raccomandazione per l’happy hour: se avete voglia di un calice di vino in uno dei classici cafè francesi, sono sconsigliati i pagamenti elettronici nella fascia oraria pomeridiana. In caso contrario, pagherete generosamente.

Come raggiungere Come raggiungere la Francia

L’aereo è generalmente la soluzione più comoda e rapida per raggiungere le principali città francesi. Numerose compagnie aeree inoltre offrono voli a prezzi competitivi, sia diretti che con scali.

In alternativa, il nord Italia è ben collegato con il paese tramite mezzi di trasporto alternativi: treni veloci e pullman di linea.

Trasporti locali Come sono i trasporti locali in Francia

La metropolitana è il mezzo più rapido e comodo per raggiungere qualunque destinazione centrale ma anche periferica. Laddove la metro non arrivasse, le 5 linee RER collegano le zone più esterne della città. Valida alternativa è l’autobus che, seppur più lento, è certamente un trasporto piacevole in quanto permette di osservare da un'altra ottica il percorso.